Lago di Malciaussia

1800 m

Lago artificiale nato con la costruzione della diga alla fine degli anni Venti-inizio anni Trenta del Novecento, in seguito alla quale la frazione Malciaussia fu sommersa.
La cappella di San Bernardo, nei pressi della guardiania della diga, è stata recentemente restaurata e custodisce numerosi ex-voto, interessanti testimonianze della devozione popolare.

La cappella custodiva un altorilievo in pietra ollare, erroneamente denominato ‘Druida di Malciaussia’, ora trasferito per ragioni di sicurezza. Il rilievo rappresenta una figura umana in abito sacerdotale cinto in vita, con un’altra figura di dimensioni minori ai suoi piedi. Un’interpretazione rivelatasi priva di fondamenti storici e iconografici vi vide una druida, cioè una sacerdotessa celtica, in procinto di sacrificare un bambino; studi storici accurati hanno invece rivelato trattarsi di San Bernardo di Mentone (o Aosta) che tiene legato il demonio e ne hanno collocato la realizzazione nel XIV-XV sec.

Il lago di Malciaussia è raggiungibile in meno di mezz’ora d’auto da Usseglio, tenendo presente che la strada, dopo la frazione Margone, diviene particolarmente tortuosa e strapiombante. Partendo da Margone, è inoltre possibile raggiungere il lago a piedi percorrendo il tracciato della vecchia decauville Enel, utilizzata per il trasporto dei materiali per la diga prima della costruzione della carrozzabile.

 

Lago della Rossa

2718 m

Sovrastato dalla Croce Rossa (3566 m), è il più esteso delle Valli di Lanzo. In origine naturale, tra la fine degli anni Venti e l’inizio degli anni Trenta del secolo scorso ha visto raddoppiare le sue dimensioni a seguito della costruzione della diga, alta 27 m e larga 270.

Il primo sabato d’agosto vi si svolge la festa di San Camillo. Nei pressi del lago si trovano la cappella e il bivacco dedicati al santo.

Tra le mete più spettacolari della valle, il lago è raggiungibile in circa due ore dalla frazione Crot di Usseglio lungo la strada dell’Enel che risale il Vallone d’Arnas e passa dal Lago Dietro la Torre. Un altro itinerario parte dal Rifugio Cibrario, tocca il Lago Peraciaval e attraversa il Colle Altare. In alternativa, due percorsi partono dal Pian della Mussa, in Val d’Ala, passando dal Rifugio Gastaldi o attraversando il Passo delle Mangioire.

 

Lago Dietro al Torre

2366 m

Lago artificiale posizionato sotto al Lago della Rossa, da cui dista circa un’ora di cammino. Le due dighe furono costruite in contemporanea a quella del Lago di Malciaussia. Raggiungibile in un’ora lungo la strada dell’Enel, poi sentiero, dalla frazione Crot di Usseglio. Sulle rive del lago, la centrale, alimentata dall’acqua del Lago della Rossa, e un edificio diroccato degli anni ’30, prima alloggio per gli operai, poi convalescenziario durante la Seconda Guerra Mondiale. Nei pressi è ancora visibile la vecchia Decauville (ferrovia a scartamento ridotto) dell’Enel che conduceva al Lago di Malciaussia, attraversando alcune gallerie attualmente in fase di recupero.

 

Lago Nero

2007 m

Partendo dal Lago di Malciaussia, si può raggiungere in 45 minti di camminata su sentiero, adatta anche ai bambini.

 

Laghi d’Autaret

2960 m

Raggiungibili in 2h 30 dal Lago di Malciaussia, superando a quota 2526 m Pian Sulé, dove sono ancora presenti fortificazioni militari dell’ultima guerra.

 

Lago Peraciaval

2745 m

Partendo dal Rifugio Cibrario si segue il ripido sentiero verso la Croce Rossa e in 15 minuti si raggiunge il laghetto.

 

Laghi di Viana

Serie di laghi tra i 2050 e 2300 m raggiungibili dalla frazione Tornetti (1450 m) di Viù in 2,5h circa di camminata su sentiero. Approfondisci…

 

Laghi d’Ovarda

Sette laghetti tra i 2150 e i 2300 m d’altitudine, raggiungibili dall’Alpe Grosso, oltre la frazione Inversigni di Lemie, con itinerario facile e panoramico che copre un dislivello di 500 m.
Approfondisci…

 

Laghetti del Turlo

2370 m

Ad agosto 2013 sono stati aperti dal CAI due nuovi itinerari ad anello, con partenza dal Lago di Malciaussia, per raggiungere i due laghetti del Turlo e il passo di Costa Fenera.

Entrambi i percorsi prevedono un dislivello di 850 m circa e un tempo di percorrenza di 5 h. Dal Lago di Malciaussia si prende il sentiero per la Croce di Ferro, poi Lago Nero e Colle delle Coupe. Si imbocca a destra il sentiero che in 1,5 h porta ai laghi. In ulteriori 20 minuti si raggiunge il Colle di Costa Fenera. Qui si aprono due alternative: a destra, il Colle della Croce di Ferro, a sinistra il Colle delle Coupe. Da entrambi si torna, in 1,5 h, a Malciaussia.