La catena sublime delle Alpi è a portata di mano. In cinquanta minuti il treno arriva a Lanzo e ti ritrovi subito sulle alate montagne.
F. Nietzsche, 1888

La Valle di Viù si trova in provincia di Torino, da cui dista un cinquantina di chilometri, e comprende i Comuni di Viù, Lemie e Usseglio. Situata nelle Alpi Graie, è una delle Valli di Lanzo (la più meridionale) insieme alla Val Grande e alla Val d’Ala, e confina a sud con la Valle di Susa e a ovest con la Francia.

Percorso dalla Stura di Viù, uno dei tre rami della Stura di Lanzo, il territorio della Valle possiede notevoli bellezze naturali, siti d’interesse archeologico, storico e artistico e un ricco patrimonio di tradizioni popolari.

Le sue celebri vette la rendono ideale per le escursioni alpine: il monte Rocciamelone (3538 m), il massiccio della Torre d’Ovarda (3075 m), il Monte Lera (3355 m), la Croce Rossa (3566 m). Nella corona di mete naturalistiche e sportive, il lago e diga di Malciaussia, il lago Nero, il lago della Rossa (che rappresenta, con i suoi 2.600 m, la diga presidiata più alta d’Europa), i rifugi alpini Ernesto Tazzetti (2642 m) e Luigi Cibrario (2616 m), i valichi alpini di antichissima frequentazione dell’Autaret (3072 m) e dell’Arnas (3220 m), le palestre di roccia, gli impianti sciistici del Col del Lys, il pattinaggio su ghiaccio e la pista da sci nordico di Usseglio, di sci alpino a Pian Benot, gli itinerari e le manifestazioni dedicati agli appassionati di racchette da neve.

Innumerevoli sono gli stimoli storico-culturali offerti dalla Valle, dai reperti di epoca preistorica e le numerose incisioni rupestri ai resti di epoca romana e medievale, dalle antiche miniere agli affreschi dei secoli XIV-XV nelle cappelle campestri, dalle testimonianze sindoniche alle eleganti residenze di villeggiatura e gli alberghi in stile Liberty, testimoni del turismo d’élite di primo Novecento, fino ai luoghi della Resistenza.

L’offerta ricettiva e gastronomica di qualità e le numerose manifestazioni, organizzate in particolare nel periodo estivo, contribuiscono a fare della Valle di Viù la destinazione perfetta per un turismo sostenibile, all’insegna della semplicità e della quiete e in armonia con l’ambiente e i ritmi naturali.