A giugno, due presentazioni editoriali con Gianni Oliva ed Enrico Cammanni, tra storia e montagna.

Venerdì 12 giugno, ore 21
VIÙ
Salone Polivalente

Gianni Oliva presenta il libro
La Domenica del Corriere in guerra.
Il 1915-1918 nelle tavole di Achille Beltrame

Il disegnatore vicentino Achille Beltrame, diplomato all’Accademia di Brera, con Luigi Alberini inventa un modello di comunicazione visiva destinato a costruire l’immaginario collettivo della guerra. Gianni Oliva decodifica i sistemi del racconto, la coralità, i simboli della patria, la rimozione delle sconfitte e i combattimenti. Il libro è la maggiore raccolta a colori della Domenica del Corriere. L’incontro sarà allietato da interventi del Coro Stellina di Viù. L’evento è organizzato dal Comune di Viù e dal Museo Civico “Arnaldo Tazzetti” di Usseglio.

Si segnala inoltre che presso il Museo Civico di Usseglio saranno visitabili fino a domenica 14 giugno (sab e dom 15-18), le mostre La Domenica del Corriere in guerra e Usseglio e la Prima Guerra Mondiale In esposizione, le più significative copertine originali del popolare settimanale dedicate agli eventi della Grande Guerra, accompagnate da documenti, fotografie e reperti storici riguardanti il contributo della popolazione al conflitto.

Le iniziative del Museo Tazzetti per il centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale rientrano nel Programma ufficiale per le Commemorazioni del Centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale e si concluderanno con:

Sabato 27 giugno, ore 17.30
USSEGLIO
Salone Polivalente

Enrico Camanni presenta il libro
Il fuoco e il gelo.
La grande Guerra sulle montagne

La Grande Guerra sulle montagne e sugli altipiani è stata uno scontro tra gente di montagna e di pianura, tra settentrionali e uomini del sud, divisi solo da calcoli di strategia militare. In tre anni tragici ci si è ammazzati per pezzi di roccia così inabitabili che le valanghe si portavano via i vincitori. Sono caduti circa centottantamila soldati ed è nato il mito del sacrificio alpino: non più per scalare le vette, ma per difenderle o conquistarle. Leggendo le storie raccolte in questo libro – crude e vere perché narrate dai protagonisti in prima persona attraverso le lettere e i diari – si scopre un mondo d’insospettata complessità e ricchezza, e di speciale umanità. Appuntamento organizzato dal “Forum Usseglio Sei Tu” in collaborazione con il Museo Civico “A. Tazzetti”.

ore 21
Hotel Rocciamelone
Maciste alpino

Proiezione della pellicola di Luigi Maggi e Luigi Romano Borgnetto, appena restaurata dal Museo del Cinema di Torino e dalla Biennale di Venezia. Capolavoro assoluto del cinema muto italiano, il film è stato realizzato nel 1916 e parte delle scene è stata girata in Valle di Viù, sui monti sopra Usseglio. L’evento è organizzato da Comune di Usseglio, Pro Loco e Museo Civico “A. Tazzetti”.

LOCANDINA